Via Regina Margherita 86 Adrano (CT)
334 244 58 34
info@abioconsulting.it

Nelle spugne da cucina miliardi di batteri come nelle feci

Nelle spugne da cucina miliardi di batteri come nelle feci

Una ricerca condotta in Germania dal gruppo guidato da Sylvia Schnell dell’Università di Giessen e Markus Egert dell’Università Furtwangen, di cui fa parte anche il palermitano Massimiliano Cardinale, ha rivelato che le comuni spugne da cucina rappresentano un vero e proprio paradiso per lo sviluppo dei batteri. Lo studio, pubblicato sulla rivista Scientific Reports (Nature.com), ha messo in evidenza un problema comune in ogni cucina e che non deve essere assolutamente sottovalutato.

I ricercatori infatti hanno scoperto che le spugne da cucina ospitano miliardi di batteri, inclusi i parenti stretti di quelli che causano meningite e polmonite. I docenti tedeschi hanno lavorato attraverso microscopia confocale e analisi del DNA microbico, su un campione di 14 spugne usate. Tra i batteri che sono stati rilevati particolare attenzione è stata posta a quelli strettamente legati alla specie Chryseobacterium hominis e Moraxella osloensi, due tra i microrganismi responsabile del cattivo odore delle spugne ma soprattutto responsabili di insidiose infezioni nei soggetti immunodepressi. Ulteriori studi hanno dimostrato la presenza di batteri patogeni specifici in spugne da cucine tra cui Campylobacters, Enterobacter cloacae, Escherichia Coli, Klebsiella, Proteus, Salmonella, Staphylococcus spp.

Le analisi al microscopio hanno rivelato un particolare sconvolgente: un singolo centimetro cubo di spugna può ospitare una popolazione di circa 50 miliardi di batteri ovvero una densità microbica pari a quella osservata nelle feci. Secondo gli studiosi quindi le spugne funzionano come “incubatori microbici”.

Con grande sorpresa pulire le spugne non serve, anzi peggiora la situazione. La sterilizzazione della spugnette, attraverso bollitura o microonde, infatti non porta alla morte dei microrganismi, piuttosto i batteri trovano terreno fertile per ricolonizzare le aree in cui erano già presenti.

L’unica soluzione suggerita per scongiurare infezioni è quella di cambiare la spugna della cucina almeno una volta a settimana.